domenica 13 novembre 2011

Gli argomenti della sinistra: sputi e insulti



Evidententemente non sanno dire altro.

Hat Tip: Daw.

2 commenti:

Ernesto Aloia ha detto...

Caro Grendel stavolta siamo in disaccordo. Negli ultimi quattro mesi SB ha coscientemente e testardamente portato il nostro paese sull'orlo della rovina economica (il tutto accompagnando la sua inazione di governo con battute sceme e strafottenti sui ristoranti pieni). Si è dimostrato un completo irresponsabile e secondo me gli insulti sono il minimo che si meritasse. E poi, altro che sinistra... io non sono di sinistra eppure quella sera ho contato i minuti che lo separavano dalle dimissioni, neanche fosse capodanno.

Grendel ha detto...

Questi linciaggi pilotati (già visti in passato, peraltro) non risolvono nulla e non pongono soluzioni alternative serie (ti ricordo - ad esempio - il documento degli "indignati" fatto avere a Napolitano).
Queste (e altre) cose mi ricordano quelle folle che accorrevano alle esecuzioni capitali pronte ad applaudire alla vista del sangue o ad ogni grido del condannato. Un brutto vizio italiano (uno dei tanti) che io trovo semplicemente rivoltante.
Inoltre, consentimi, se oggi io volessi insultare qualcuno, sarebbe il compagno Tremonti che, curiosamente, nessuno cita nemmeno lontanamente...