martedì 6 agosto 2013

Lettera di protesta

Chi vi scrive è un membro dell'organizzazione nota come NWO - New World Order.
In questi ultimi 25 anni ho orgogliosamente e puntualmente portato a termine tutti i compiti e le attività a me assegnate senza mai sollevare obiezioni o distinguo, essendo fermamente convinto della validità degli scopi e dei fini che questa organizzazione si prefigge.
Al contrario, ho sempre accettato ogni nuovo progetto con entusiasmo e voglia di crescere professionalmente, senza mai risparmiare energie o risorse personali, e affrontando le sfide più impegnative con spirito costruttivo e aggressività.
 
Club Bilderberg
Non ho mai esternato lamentele di alcun tipo riguardo a orari di lavoro e trasferte senza preavviso.
A testimonianza della mia dedizione professionale sono le diverse onorificenze e gli incarichi di natura delicata che mi sono stati assegnati.

martedì 7 maggio 2013

Due o tre cose sullo "Ius Soli"

Lo Ius Soli, gettato sulla ribalta mediatica in questi giorni in conseguenza delle dichiarazioni del ministro Kyenge e di alcuni esponenti politici, è un principio tanto particolare quanto recente.

Non è la Val Brembana


Contrariamente ad una certa vulgata popolare/ideologica non c'è quindi in un fantomatico "resto d'Europa" o "resto del Mondo" ad applicarlo.
Tutt'altro: se guardiamo alla mappa dello Ius Soli, scopriamo che l'applicazione del principio è rara e geograficamente localizzata. I paesi che lo applicano sono praticamente quasi tutti quelli del cosiddetto "nuovo mondo" e se guardiamo alla storia di questo diritto è possibile capirne anche il perché.
La diffusione dello Ius Soli si ha a partire dalla fine del XVIII secolo, in concomitanza con le rivoluzioni americana e francese e il conseguente effetto domino di rivoluzioni e indipendenze nel continente americano. Messico, Rio de la Plata, Brasile, Cile, Louisiana, Oklahoma, Oregon... Tutti territori sterminati sotto o per nulla popolati ricchi di risorse ma poveri di forza lavoro, di popolazione e quindi di commercio e controllo. Ecco quindi la bacchetta magica dello Ius Soli: chiunque nasca sul territorio X diventa automaticamente cittadino. E siccome un neonato non è autonomo, ecco che la cittadinanza (o forme diverse ma equivalenti) vengono estese anche alla famiglia.

lunedì 6 maggio 2013

La civiltà giuridica italiana


Del caso Kercher una tra le diverse cose che a me è rimasta impressa è quella frase pronunciata dal Pm Manuela Comodi durante la requisitoria del processo di appello:

"Meritano il massimo della pena che per fortuna nell’ordinamento italiano non è quella di morte".

Davvero?





Si, è vero il nostro ordinamento non prevede la pena di morte. De jure.
Ma de facto? Non è una questione di lana caprina, se andiamo a vedere i numeri (che sono facilmente reperibili in rete).
Al 31 dicembre 2011 erano detenute nelle carceri italiane 66.897 persone, il 42,4% dei quali (dati del 2010) erano in attesa di giudizio. Vale a dire che, secondo Costituzione, sono non colpevoli fino a sentenza definitiva (art. 27 Cost, comma 2).
Tra il 2000 e questa prima parte del 2013 i numeri (sempre quelli) ci parlano di 2150 (duemilacentocinquanta) morti, di cui 771 (settecentosettantuno) suicidi.
Azzardando un calcolo statistico facile-facile verrebbe fuori che il carcere è costato la vita a circa 910 detenuti in attesa di giudizio (ergo, non colpevoli fino a sentenza definitiva).
Se non è pena di morte questa...

Com'era quella della "superiore civiltà giuridica italiana"?




domenica 28 aprile 2013

L'oskuro kompltto della kasta!!!


E' un oskuro komplotto, sicuramente ordito dalla kasta piddì - piddìmenoelle che terrà lontano il Movimento dal COPASIR! 


Non si spiegherebbe altrimenti perché non si voglia dare il controllo dei servizi segreti a dei bimbominkia che blaterano di scie chimiche, microchip nel cervello e urinoterapia...



Chissà quali segreti ci vuole nascondere la kasta!!!!!


Avviso ai grillini (che sicuramente non avranno capito): quello lì sopra si chiama "sarcasmo".

#bimbominkialpotere

venerdì 19 aprile 2013

Lo scivolone di Boston

Sono ceceni. Sono mussulmani. Sono ceceni, mussulmani e jihadisti.
Gli attentatori di Boston sono ceceni, mussulmani e jihadisti. Li hanno identificati, uno è caduto in un conflitto a fuoco con la polizia, l'altro è ancora uccel di bosco, ma li hanno identificati, sanno chi sono.
Sono ceceni, mussulmani e jihadisti.
Tutti gli omini di paglia messi in campo dai "mainstream media" americani - e anchi italiani - sono stati spazzati via dai fatti. Come al solito, verrebbe da dire.
Non sono membri delle milizie dell'Oklahoma, agenti della lobby delle armi, mercenari pagati dall'NRA. Non sono fanatici dell'ultradestra, non sono membri dei tea parties.

"Scommetto un bel po' di soldi che è stato uno schizzato di destra." dice Linda Ginsburg (Ok Ms. Ginsburg, adesso fuori i soldi). La CNN ha invitato gli spettatori alla cautela, ma ha sottolineato che potrebbe trattarsi di "un altro tipo di estremismo di destra".
La blogger Nida Khan dell'Huffington Post (che abbiamo sfortunatamente importato anche qui in Italia) nel suo twitter affema che "non sappiamo ancora nulla, naturalmente" per poi aggiungere "ma oggi è il tax-day  e il mio primo pensiero è andato a tutti quei gruppi anti-governativi" per poi pararsi con un democristianissimo "ma chissà". (Se non lo sai, perchè punti il dito?)
L'opinionista Nicholas Kristof è un capolavoro di cinismo: "L'esplosione ci ricorda che la ATF [l'agenzia federale per l'alcool, il tabacco e le armi da fuoco, ndG] ha bisogno di un direttore. Vergogna ai repubblicani del senato che hanno bloccato la nomina". Poco dopo ha cancellato il tweet ammettendo che era un "colpo basso". Più che altro una una badilata di merda, mr. Kristof.
E via elencando. Se volete godervi lo spettacolo indecoroso basta che leggiate qua.
Ma non è solo, l'America, purtroppo. Anzi la moda di puntare il dito e sparare con bombarde caricate a guano parte dal nostro bel Paese. Poche ore fa Chicco Mentana annunciava la notizia sulla nazionalità degli attentatori con tono decisamente deluso: ma è la punta dell'iceberg.
"Diritto di critica" ci delizia con "l'estrema destra USA dietro Boston?" (meno male per il punto interrogativo) sciorinando numeri e cifre sull'estrema destra americana (allora perchè il punto interrogativo? Foglia di fico?).
Nel calderone ci finisce anche il Giornale, intervistando il direttore dell'ISPI Paolo Magri: “Le frange deviate dell’estrema destra del Tea Party sono in crescita negli Usa. E il Tea Party attacca sempre il governo di Obama per la tassazione dei ricchi e la legge per limitare la vendita di pistole e fucili”. Domanda più che legittima: che cosa si studia all'Ispi? Taglio e cucito, evidentemente...
Andrea Mollica, sul sito di Gad Lerner, scopiazza il ragionamento della Khan e di Kristof: "Sul New York Times si evidenzia come la metà del mese di aprile sia un periodo particolarmente sensibile per questi gruppi. Il 15 aprile è il termine per pagare le tasse, ed il Giorno dei Patrioti in Massachusetts.". Complimentoni!
Ovviamente sorvoliamo sui siti "per la pace" (etterna) dove si leggevano chicche come "...l'esperienza insegna che esistono, negli Stati Uniti, gruppi di fanatici di estrema destra capaci di tutto."

Chiacchiere sprecate, avete fatto la solita figuretta.
Di merda.



Oppure



Persino la Camusso è arrivata (bontà sua) alla conclusione che le tasse stanno ammazzando l'Italia. Oggi con coerenza il PD vorrebbe eleggere presidente della Repubblica un tizio che nel suo curriculum vanta l'introduzione di IRAP, DURC, Equitalia, la reintroduzione dell'imposta di successione...
I casi sono due: o lo vogliono recludere al Quirinale (in modo che non faccia più danni), oppure...



Se questo è un candidato...

Il nuovo presidente della Repubblica durante le consultazioni per il nuovo governo.



giovedì 18 aprile 2013

Domandina facile-facile

In questi giorni mi tocca di sorbirmi il solito sproloquio sulle qualità che deve avere un presidente della Repubblica: deve essere super-partes, equidistante, di garanzia, apolitico, apartitico, an...
Cose già sentite ai tempi di Napolitano, Ciampi, Scalfaro, Cossiga e via elencando.


La domandina facile-facile è:

se veramente il presidente della Repubblica deve essere così a-, super-, equi- e garante, perchè tra i candidati ce n'è uno che é tra i primi firmatari di una proposta per far fuori non democraticamente un avvversario politico che, peraltro, rappresenta milioni di elettori? Perchè questo candidato "neutrale" e "garante" viene sponsorizzato dalle c. d. "toghe rosse"?

E' abbastanza facile-facile o devo farvi un disegnino?

Stefano Rodotà è il candidato lanciato dai #bimbominkiaalpotere, manco a dirlo.



martedì 26 marzo 2013

Bersani: consultazioni in corso

Assosecco, Anci, Caritas, Opus Dei, CEI, CICS, AGESCI, ACLI, ACV, Roberto Saviano, Roberto Benigni, Roberto Vecchioni, Roberto Cavalli, Roberta Missoni, Roberto il Guiscardo*, Alessandro Baricco, Ciprì e Maresco (così Walter non rompe i c...), Cgil, Cisl, Uil, Ugl, SINDIFER, SINASCEL, CILDI, CISAL, SISAL, SISMi, AttivArci, ArciGay, ArciCaccia, ArciDonna, CDO, CIA, AMDI, YMCA, AMACI, WWF, AA, NCAA, don Ciotti, don Benzi*, don Gallo, don Matteo, don Henley, don Zauker, Slow Food, Slow Hand, COPASIR, COPACO, CESIS, INRI, CoBaR, CoCeR, CoIR, CoBas, IUSW, IMHO, IUPAC, 2PAC, Six-Pack, CentCom, CUB, USI, USB, USB 2.0, USB 3.0, ACoSM, AIC, ANP, ANPI, COSNIL, COMU, CSA, CSA, DIRFOR, SNDMAE, BDSM, PCUS, PCOS, PTSD, NSDAP, OVRA, OSS, ODESSA, ONP, OLP, RAF, BR, SeL, FARC, AQ, TIGR, PIRA, SAS, SAAS, SeAL, SOCPAC, SOCCENT, Forum Giovani, Forum Vecchi, Forum Donne, Forum Bambini, WEF, WSF, NFL, Forum, Rita dalla Chiesa, LGBT, LVTP, POTUS, VPOTUS, SecDef, DoD, LED, LCD, GNU, FOSS, CUB, USI, USB, USB 2.0, USB 3.0, ENCI, NCIS, CSI, JSDF, IDF, IFF, ECOMOG, UAS, UA, UAAR, USSR, UEFA, IFA, PNVD, NKVD, CONI, CIO, FIARC, GBU, GPU, VGA, GUGB, GRUB, Matteo Renzi, Matteo Orsini*, Matthew McConaughey, Lothar Matthäus, FIFA, FITA, NAFTA, OPEC, APU, APC, CPU, Linus Torvalds, il Mitico Thor, Thorvald Stoltenberg, Thorvald Hansen, ANSA, ASEAN, SEATO, OAS, CENTO, ANZUS, Porzûs, Mario Toffanin*,GAP...





(*) Grazie all'intermediazione dell'on. Prodi

sabato 23 marzo 2013

La vera faccia dell'Europa - Sieg Heil!

Intervento di Nigel Farage al Parlamento Europeo



Intervista a Nigel Farage: ricordate di attivare i sottotitoli



Per attivare i sottotitoli:


Hat Tip: ByoBlu

giovedì 21 marzo 2013

La carica dei bimbominkia!!!

Ovvero prove generali di III - e ultima - Repubblica.


"Apriremo il parlamento come una scatola di tonno" [Attenti ai grissini vaganti...NdG]


"Arrendetevi! Siete circondati. Uscite con le mani alzate." [Edgar J. Hoover o Albert Kesserling? NdG]

"E da domani cominciamo a divertirci davvero..." [Disoccupati e imprenditori si stanno già ammazzando dalle risate... NdG]

Le vaccinazioni fanno diventare gay ma puoi curarti con l'urinoterapia. [...]

“il terremoto in Emilia è stato provocato dalle prospezioni geologiche condotte nel sottosuolo dove vengono fatte brillare delle cariche alla ricerca di idrocarburi"

"Matrimonio gay? A quel punto potremo anche sposarci in tre o col proprio animale"

"...le scie chimiche esistono e sono composte da metalli nocivi per i cittadini, è un problema anche quello." [Anche la chimica che si accumula nel cervello è un grosso problema. NdG]

"...in America hanno già iniziato a mettere i microchip all'interno del corpo umano, per registrare, per mettere i soldi, e quindi è un controllo di tutta la popolazione." [Ma non erano gli alieni? NdG]


P. S.: Questi sarebbero quelli che vogliono l'incarico...





Il nuovo governo si presenta per la fiducia alle camere


#bimbominkiaalpotere

martedì 12 marzo 2013

Vi prego, svegliatemi!



Allora, a quanto risulta, mentre mezzo mondo ha gli occhi puntati sul colore del fumo proveniente da un rave-party di drag-queen ingioiellate, c'è un tabaccaio di Riccione che conduce trattative politiche con un comico e un cantautore.

Intanto, il paese in ginocchio, aspetta risposte da una "cumpa" di bimbominkia strafatti di piste scie chimiche e microchip lisergici.

Come se non bastasse c'è una tizia in tonaca nera convinta di poter ridare la vista ai ciechi...


Vi prego... Svegliatemi... Adesso.

mercoledì 13 febbraio 2013

No, no... Stavamo scherzando! Hahaha!

Allora, ricapitoliamo. Esiste un problema terrorismo.
Esiste.
Anche i "progressisti" che abitualmente popolano la curva sud di Hamas (quelli, tanto per intenderci, che dopo la lacrimuccia di circostanza del 27 gennaio, ricominciano con i cori "ammazza l'ebreo" e "forza quassam") riconoscono che c'è un problema di terrorismo.
Tutti (più o meno) riconoscono che il terrorismo prende di mira intenzionalmente civili innocenti.
Tutti (più o meno) riconoscono che al terrorismo bisogna rispondere.
Tranne che quando uno risponde, ci sono decine di migliaia di dementi anime belle che si fiondano in piazza a urlare "not in my name" [no, non certo nel tuo, idiota, ma nel nome dei 2996, n.d.G.] e cazzate varie.

Ma scusate, lo sapete anche voi che il terrorismo va combattuto, no?
"Siii! Ma non con le bombeeeeeeeeeeeeeeeeeee!"
E con cosa allora, con gli elastici?
"Ma nooooooo! Con l'intelligenceeeee, nooooooooooooo???"

No.

Perchè vedete, quando succede che in un operazione di intelligence antiterrorismo, un imam radicale, facente parte di un gruppo terroristico peraltro responsabile della strage di Luxor, viene arrestato da operativi di intelligence di un paese alleato, la magistratura cosa fa? Arresta e condanna gli operativi alleati e nostri. E risarcisce l'imam (per cosa, lesa maestà?) con quattrini (ovviamente) di stato.
Ovvio no?

A questo punto purtroppo, il sospetto che circolino troppi "amici del giaguaro" (e non sto parlando di Bersani) nelle istituzioni, in particolare nella magistratura, è più che legittimo.

Ed è più che un sospetto.

P. S.: Al primo fesso che mi viene a dire che l'organizzazione sarkazz al-Islamyya si è data alla non violenza, verrà fatto notare questo trucchetto è già stato utilizzato in passato, giusto per recuperare qualche migliaio di adepti dalle egizie galere, tranne poi ricominciare a macellare da capo.